alvaroocchipinti -

Vai ai contenuti

Menu principale:

alvaroocchipinti

MUSEUM > COLLEZIONEPERMANENTE


__________________
home page
__________________
catalogo
__________________
museum news
__________________
bookshop
__________________
newsletter
__________________
info e contatti
__________________







_____________________________
collezione permanente

indice <<< opera precedente opera successiva >>>

Mesopotania, 1996
acrilico su tela, cm 100x100

| Alvaro Occhipinti
| Nato a Messina nel 1938,
| vive e lavora a Milano


Alvaro Occhipinti si trasferisce a Milano nel 1960. Partecipa a mostre, ma sono soprattutto la sperimentazione e la ricerca ad aprirgli la strada a un forte ripensamento critico e a una elaborazione continua sia del linguaggio che del pensiero. Dal 1969 rivolge il proprio interesse all'espressionismo figurativo, alla figurazione geometrica, alla pittura di ispirazione pop. Negli anni Settanta inizia a viaggiare in Messico, Guatemala, Perù, Bolivia e in Africa e Medioriente, segnando l'incontro con nuove culture figurative arcaiche e con nuovi cromatismi.

Questa opera è parte di un ciclo, "Mesopotamia" appunto, ispirato da un viaggio in Irak, nelle zone d'origine della antichissima civiltà. La visione delle Ziggurat, della Via Sacra, le strutture murarie in mattoni dei palazzi i cui giardini pensili si affacciavano sul Tigri o l'emozionante apparizione delle antichissime mura di Ninive e quello che rimane di Ur dei Caldei, patria di Abramo; tutti questi i materiali visivi "mai imitati, peraltro, bensì rimemorati, piegati alla struttura generativa della sua arte". (Tommaso Trini).























































 
Torna ai contenuti | Torna al menu